In più d'uno ci siamo serviti qui
https://www.tuxedocomputers.com/index.php
Mi pare siano proprio prodotti da Clevo.

Qualche opinione/esperienza al riguardo?

diego


---------------------------------------
Diego Maniacco, Bolzano (Italy)
diego.maniacco@gmail.com
---------------------------------------

2017-05-24 10:23 GMT+02:00 Marco Ciampa <ciampix@libero.it>:
Premessa e avvertenza: le seguenti considerazioni sono di carattere
personale. Sono mie opinioni che espongo per amor di confronto /
discussione. Per evitare ad ogni riga di scrivere "secondo me", le scrivo
come verità assolute. Per favore tenetene conto nelle risposte. Grazie.

-----

La scelta dei portatili (prodotta da varie marche maggiori) mi lascia
esterrefatto.

Ho _dovuto_ acquistare un Clevo (ottima marca ma praticamente
sconosciuta) perché semplicemente non trovavo modelli con le
caratteristiche che interessavano a me (e che, mi pare, possano
interessare un po' a tutti, dopo spiego il perché di questa mia
affermazione).

Innanzitutto mi sembra che l'unica marca che non guarda alla concorrenza
ma soprattutto ai propri clienti sia Apple.

I portatili Apple sono:

- leggeri
- nonostante siano leggeri la batteria dura realmente molto
- nonostante la siano leggeri e consumino poco sono veloci
- hanno ottimi schermi
- hanno ottime tastiere
- hanno ottimi touchpad (adeguati per il SO in uso)

in poche parole, sono molto pratici, vanno bene, fanno quello che devono
fare. Poi Apple si fa pagare uno sproposito ma, vista la concorrenza
idiota, direi che fa bene.

Guardando nel dettaglio i singoli componenti:

- gli Apple pesano spesso meno di 2 Kg, alcuni meno di 1 Kg, nei
  PC con Windows non succede quasi mai. Se succede, ci sono altri limiti.
  Mi sono infiammato una spalla e ora vado con lo zainetto a causa del
  peso del portatile che mi porto appresso. Non è un aspetto secondario.

- la batteria dura tante ore, realmente anche dieci, nei PC con Windows
  sei fortunato se arriva alle 3 ore da nuovo

  Poter lavorare senza fili intorno o su una panchina al parco è un
  aspetto semplicemente impagabile. Visto che la tecnologia c'è, non
  capisco perché un portatile non debba poterlo fare.

- gli schermi hanno risoluzione altissime, a guardar bene, in linea con
  quanto trovi nei moderni cellulari. Il mio cellulare ha risoluzione
  1920x1080 esattamente quanto il mio portatile, ma il portatile ha uno
  schermo di 15 pollici, il cellulare solo 5 per cui per rispettare le
  proporzioni il portatile dovrebbe avere risoluzione tripla... e il mio
  portatile è considerato di alto livello...
  Il 90% dei portatili che trovi al negozio hanno risoluzione HD,
  cioè 1280x720, una schifezza che trovi solo nei cellulari più economici.

- Gli schermi Apple hanno tecnologia IPS (al minimo) che ne rende il
  realmente migliore. È la stessa tecnologia dei cellulari. Il mio
  portatile ha lo schermo IPS e, di nuovo, è considerato di fascia alta,
  mentre oramai tutti i cellulari sono IPS o AMOLED, anche se costano
  meno di 100 euro. Mi risulta che implementare la tecnologia IPS costi
  meno che aggiungere l'inutile funzionalità touch allo schermo del PC.

  Mi domando, perché il 90% dei PC Windows non sono IPS? Che aspettano,
  che escano gli schermi 3D?

- I computer Apple hanno quasi tutti solo la scheda video integrata. Con
  le schede video integrate di oggigiorno non hai proprio bisogno di una
  scheda video dedicata. Ci fai comodamente CAD, video editing e anche
  giochi non troppo spinti come grafica (ma sempre 3D!!!). Le schede
  video integrate pongono molti meno problemi hardware e software.
  Consumano di meno rendendo il portatile doppiamente leggero: perché non
  servono batterie aggiuntive e perché non servono ventole e pesanti e
  ingombranti dissipatori aggiuntivi. Il mio portatile l'ho scelto con
  scheda video integrata: mai sentita la necessità di una scheda video
  dedicata. Dicono che i portatili PC Windows debbabo avere la scheda
  video dedicata ma tutti i gamers che conosco usano i PC fissi perché i
  portatili sono troppo lenti per i giochi più spinti che necessitano di
  schede video dedicate. A che servono queste schede? Agli adulti non
  servono: per navigare, leggere la posta e per quanche gioco casuale non
  servono. Agli studenti non servono. Ai lavoratori non servono.
  A chi servono? Alla Nvidia?

- molti portatili moderni hanno il touch che, ho visto realmente utilizzato
  solo da un amico che purtroppo aveva una malattia terminale in ospedale.
  Gli altri utenti (osservo che solitamente) collegano un mouse e vanno
  di tastiera.

  I computer Apple non sono touch. Gli esperti mondiali di ergonomia non
  lo hanno inserito su computer con tastiera. Il touch c'è negli iPad che
  la tastiera non ce l'hanno.

  Nonostante abbiano cambiato interfaccia, Windows è inutilizzabile solo
  col touch, per non parlare di Linux, a meno che non si abbia uno stilo
  o dita da formica.

  Mettere una funzionalità inutile che nessuno ha richiesto, forse per
  copiare i tablet, che sporca lo schermo (che già ha risoluzione pessima
  e si vede male) e può guastarsi (mi è successo spesso di trovare PC con
  lo schermo touch "inchiodato" che ho dovuto disabilitare) non mi sembra
  intelligente.

- molti nuovi portatili hanno touchpad monotasto, forse per copiare gli
  Apple. Ma se con l'interfaccia di Apple con un tasto solo realmente fai
  quasi tutto (ho visto gente collegare mouse del PC per avere il secondo
  tasto) con Windows il monotasto è un handicap. Anche con Linux è
  impossibile usare il monotasto: i PC con trackpad monotasto per questo
  motivo li scarto a priori.

- la velocità apparente di un computer è data soprattutto dal disco. Ecco
  perché Apple da un po' di tempo in qua installa solo unità a stato
  solido. Se non si scelgono tagli esagerati, i dischi SSD non costano
  molto. Si parla di meno di 50 euro per 120 Gb e poco più di 70 euro per
  250Gb. Invece che cercare di vendere PC a prezzi assurdamente bassi
  (trovi portatili con dischi da 500Gb a meno di 200 euro) lenti come le
  lumache anche se nuovi, forse è il caso di capire che per poco di più
  l'esperienza dell'utente può migliorare parecchio. Non dico di
  esagerare come fanno, sbagliando ancora, di vendere PC con 32Gb di
  disco a stato solido (oltretutto non intercambiabile, bella trovata!)
  manco fossero dei tablet o dei cellulari (ancora a copiare a vanvera
  dal mercato Android), una via di mezzo (120Gb, 250Gb?) avrebbe molto
  più senso.

- Io lavoro spesso la sera e ho cercato apposta un PC con tastiera
  retroilluminata. Sono 4 led, _so_ quanto costano. Gli apple ce l'hanno.
  i PC (a meno che non costino un'enormità) no.

Insomma, osservo che la piattaforma PC (Windows) è in crisi ma a guardar
bene il tablet _non_ è un sostituto per un buon PC quindi la concorrenza
sarebbe relativa.

Peccato che i fabbricanti di PC ce la mettano tutta per far fallire
questo mercato e per "aiutare" i tablet. Vedo che i PC hanno tanti di
quei difetti che la gente che passa a Apple, pagando il doppio, non torna
più indietro e non solo per il sistema operativo.

Vedo tutto questo e non capisco il senso di quello che vedo. Sembra ci
sia un interesse economico ma senza una pianificazione, con una quantità
madornale di errori di ergonomia, marketing o semplice mancanza di
buonsenso. Si copiano uno con l'altro senza capire bene dove andare a
parare, qual'è lo scopo, la mission del prodotto. Chi è l'utente e cosa
vuole, solo una gran confusione.

Ma poi penso: io sono solo l'uomo della strada, uno qualunque, non un
superesperto galattico, che ne posso sapere io delle decisioni prese in
alto da grandi uomini che guadagnano svariate volte il mio stipendio...

:-)

--


Marco Ciampa

I know a joke about UDP, but you might not get it.

------------------------

 GNU/Linux User #78271
 FSFE fellow #364

------------------------
_______________________________________________
http://lists.lugbz.org/cgi-bin/mailman/listinfo/lugbz-list