Ciao Paolo,

Quante risorse servono?

Sul server lugbz c'è una certa capacità non sfruttata al momento che è naturalmente a disposizione.

Ciao,
Daniele

--

--



Il 4 aprile 2020 16:14:07 CEST, Paolo Dongilli <paolodongilli@lugbz.org> ha scritto:
Ciao Patrick,

hai dribblato la mia proposta ;-) che è quanto servirebbe ora per assistere chi ha un PC collegato alla rete e ha bisogno di supporto dell'Open & Linux Desk. Sistemi di videoconferenza ce ne sono a iosa (Jitsi, EduMeet, BBB, ...) ed anche calendari condivisi (NextCloud). L'offerta non manca. Invece

Ci serve un sistema open source che
permetta di  connettersi al desktop di
una macchina remota. Michael
(Guggi) ha prontamente suggerito
https://guacamole.apache.org/

Ti butto lì una proposta. Sarebbe
possibile che il NOI sponsorizzasse
un server in grado di ospitare
Guacamole?

Un piccolo task per il Free Software Lab per capire se si può evitare di usare AnyDesk o TeamViewer. Poi lo potremmo proporre (su loro server) anche alla R9 ed a SIAG e alle aziende del territorio.

Grazie,
Paolo.






-------- Messaggio Originale --------
Da: Patrick Ohnewein <patrick.ohnewein@lugbz.org>
Inviato: Sat Apr 04 14:22:13 GMT+02:00 2020
A: Linux User Group Bolzano-Bozen-Bulsan <lugbz-list@lists.lugbz.org>, Paolo Dongilli <paolodongilli@lugbz.org>
Oggetto: Re: [Lugbz-list] Open & Linux Desk anche online

Ciao Paolo,

On 03.04.20 22:59, Paolo Dongilli wrote:
sì l'idea è ottima e all'interno degli sportelli stiamo discutendo anche questo aspetto cioè come aiutare da remoto gli utenti (cittadini) che hanno bisogno di assistenza. In questo periodo, in particolare, gli studenti che hanno ricevuto un FUSS-PC.

Sì, vedo che tante persone sono in questi giorni ancora più del solito
confrontate con l'accesso al digitale. Chi ha accesso ha un vantaggio
concreto per non isolarsi.

Ci serve un sistema open source che permetta di  connettersi al desktop di una macchina remota. Michael (Guggi) ha prontamente suggerito https://guacamole.apache.org/

Ti butto lì una proposta. Sarebbe possibile che il NOI sponsorizzasse un server in grado di ospitare Guacamole?

Il top sarebbe poi condividere l'esperienza con le scuole che attualmente non hanno nessun tool ufficiale per assistere da remoto docenti e studenti che hanno portato a casa notebook e PC dalle scuole in comodato d'uso.

Si dovrebbe capire come è impostato il progetto. Chi gestisce la
tecnologia? Penso che la complessità non sia nell'infrastuttura server.

Per colloquiare con gli utenti che richiedono aiuto ai volontari degli Open & Linux Desk si potrebbero usare delle stanze predefinite su uno dei server offerti dal progetto https://iorestoacasa.work

Le aziende 1006.org, Capacitas, Catch Solve, Huprocess e Meta Play
stanno lavorando con il NOI per creare un'offerta basata su Jitsi.

Su questa piattaforma l'idea è di ospitare esperti su temi. Tipo
organizzare degli incontri tematici su temi che possono dare una mano ai
cittadini. Un idea potrebbe essere quella, di dare spazione (virtuale)
anche all'offerta degli sportelli. In questo modo gli sportelli si
possono svolgere anche online su una piattaforma virtuale, fino a quando
ci si potrà nuovamente incontrare nel mondo fisico.

Un caro saluto
Patrick
http://lists.lugbz.org/cgi-bin/mailman/listinfo/lugbz-list